Il percolato prodotto dai rifiuti abbancati è raccolto nel vasche opportunamente realizzate ed estratto attraverso le pompe di estrazione che consentono una gestione controllata e sicura. Il percolato estratto è inviato agli impianti di depurazione convenzionati.

La produzione di percolato, 46.783 ton nel 2018 ha subito un incremento del 24% rispetto alle 37.457 ton del 2017.
Abbiamo sempre sostenuto, come dimostrato dalla bibliografia in rete (es. pag. 22 della tesi qui citata) che la piovosità  sia determinante nella produzione di percolato, ma c’è differenza tra produzione ed estrazione, ovvero a parità annua di quantità di precipitazioni il percolato che si genera in discarica è sostanzialmente proporzionale, tale fattore è influenzato anche dalla superficie in coltivazione, più è ristretta e meno percolato permea, e nella nostra discarica tale superficie sta diminuendo a fronte del raggiungimento della volumetria massima. Inoltre, il banco della discarica non è un ammasso omogeneo, l’esperienza ha infatti dimostrato che possono crearsi sacche lenticolari di percolato (ad esempio sopra ad una distesa di  poche decine di metri quadri di fanghi  da depurazione smaltiti) ove la permeabilità si riduce e le infiltrazioni tendono a formare accumuli che con maggior tempo raggiungono il fondo del banco e le vasche di raccolta. E’ per questo motivo che sono stati realizzati vari pozzi di superficie muniti di pompe di estrazione che  tendono ad intercettare questi possibili accumuli e ad estrarli per favorire la presenza di umidità diffusa rispetto ad accumuli liquidi che sfavorisce la naturale fermentazione dei rifiuti riducendo la produzione di biogas che viene intercettato per produrre energia elettrica. quindi essendo impossibile determinare on precisione la quantità di percolato prsente nel banco si opera sia con estrazioni dal fondo che da pozzi dedicati. Questo è un obiettivo di miglioramento della gestione della coltivazione. Quindi da un anno all’altro, a parità di pioggia, si può, come nel caso del 2018, riscontrare un notevole aumento dell’emunto che non è rapportabile direttamente alla piovosità, peraltro diminuita rispetto al 2017.

Entro questo anno (giungo?) si raggiungeranno le quote di progetto e cesseranno i conferimenti di rifiuti.

 

percolato2018

 

pioggia 2018

piovosità 2017

PIOV 2016

PIOV 2015

PIOV 2014