Le indagini sulla presenza negli ambienti di lavoro di Polveri totali inalabili e frazione respirabile che possono liberarsi durante le fasi di lavorazione, effettuate nei giorni 11, 19, 21, 29 luglio e 4 agosto 2016 (Rapporti di analisi Igienstudio – n° 193.004- 201.001- 203.012- 211.001- 217.010) hanno confermato un dato di piena accettabilità poiché la concentrazione delle polveri, sia inalabili, sia come frazione respirabile, risultano inferiori ai limiti TLV-TWA. In assenza di una normativa nazionale specifica, si è fatto riferimento ai limiti TLV-TWA riportati nelle tabelle 2014 della Associazione degli Igienisti Industriali Americani (ACGIH) e pubblicati in Italia dall’Associazione Igienisti Industriali (AIDII). I limiti TLV-TWA si riferiscono ad esposizioni continuate per otto ore giornaliere e quaranta ore settimanali.

Gli esiti analitici delle indagini sulle fibre di amianto aerodisperse confermano, come nei precedenti anni, la totale assenza di fibre di amianto aerodisperse nelle fasi operative di scarico e interramento dei rifiuti contenenti amianto provando la correttezza gestionale con la quale Sogenus S.p.A. movimenta e smaltisce in totale sicurezza tali materiali che, una volta interrati non possono più arrecare danno alcuno all’ambiente circostante.

Tutti gli esiti analitici sono pubblicati al seguente link